Glossa Editrice

Saulo Monti

Trinità e cristofania: un'armonia cosmoteandrica (Raimon Panikkar 1918-2010)

Prezzo copertina
€ 34,00

Dissertatio Series Mediolanensis - SERIES MEDIOLANENSIS

Data di Pubblicazione: 30 marzo 2021
Formato: 160x240
Tipo copertina: Flessibile
Numero pagine: 225
ISBN/EAN 9788871054483

Descrizione

L’opera multiforme di R. Panikkar (1918-2010), rappresenta un originale contributo al pluralismo e all’interculturalità. La sua è un’apprensione integrale all’interno di una «visione mistica» costitutiva di tutta la realtà. La segmentazione e la specializzazione appartengono ad un’epoca che ha pagato lo scorporo all’universalità del sapere critico nella sua presunta egemonia enciclopedica e razionale. E così invalso il principio di non contraddizione nella legittimazione e nella spiegazione del sapere critico della ragione, del «pensiero che pensa l’essere». L’integrazione non si ottiene in termini quantitativi e di continua ricomposizione analitica e razionale, ma attraverso una nuova percezione propria di uno sguardo contemplativo, pluralistico e relazionale. Panikkar denomina la potenzialità innovativa di questo sguardo nei termini della «percezione trinitaria e cosmoteandrica» (Dio-Uomo-Cosmo) della realtà. L’intuizione originariamente induista consente al nostro autore di concepire l’integrazione e l’armonia cosmoteandrica come il costituirsi della «relatività radicale» che sa vedere il tutto in ogni sua parte e la parte nel tutto della realtà, anche se mai totalmente né esaurientemente. Gesù il Cristo è il «simbolo» di questa pienezza olistica ed integrale. La mediazione della «cristofania» è la pienezza della cristologia tradizionale. Il nome di Cristo conferisce la perfetta manifestazione del pluralismo nella sua pienezza e nella sua attuazione cosmoteandrica e relazionale, entro quel Nome che è sempre al di là di ogni sua plurinominale attestazione mitica e culturale. Tutto questo non può che porre seri ed urgenti interrogativi alla cristologia letta in chiave pluralistica nella continua identità fra Gesù e il Cristo, tra il figlio di Maria, l’uomo di Nazareth vissuto storicamente duemila anni fa e il Cristo Salvatore, nella sua unicità e nella sua mediazione cosmica ed universale.